Broken Realms

Ritorno a casa

un mistero inaspettato

Gli eroi sfruttando un magico salvacondotto del Flash Tailor escono finalmente da Waterdeep, non prima di aver portato con loro un drappello di guerrieri non morti, caduti con disonore nella guerra civile che portò alla salita al potere del re Lich, e per questo assetati di redenzione. Per chiamarli all’adunata gli eroi suonano una grottesca campana trovata in quelle fosche sale: un teschio con attaccato un batacchio d’osso.
Consci del pericolo che pende sulla loro comunità decidono di rischiare il pericoloso viaggio nella dimensione spiritutale, grazie ad un rituale onirico compiuto da Sbaster. Gli eroi si ritrovano su un colle coperto di erba biancastra e sovrastato dalle rovine di una torre, sotto un cielo plumbeo e spettrale. Le cose non vanno per il verso giusto sin da subito, quando all’appuntamento si presenta non Asurabana, bensì una sua versione malvagia, che prima di essere scacciata da Ilurbe Toxas, fa in tempo a inondare il gruppo di una carica di energia negativa. Subito dopo proprio Ilurbe rischia di essere risucchiato nella voragine planare da lui stesso creata. Dopo altri pericoli il gruppo arriva vicino alla meta, ma quando sta attraversando una tetra versione spettrale di una vasta palude, uno spirito della morte si impossessa di Jamree, facendolo apparire come il cadavere di un annegato. Tocca a Altikus salvare la situazione grazie all’antico rituale del ferro, tramandato dagli antichi fabbri ai loro discepoli. Ma tali e tanti sono stati i pericoli affrontati che il viaggio degli eroi non è passato inosservato agli spiriti o a chi pratica con essi.
Finalmente tornati nel mondo reale, gli eroi si ritrovano in un conca a mezza giornata di cammino dalla loro comunità. Ilurbe Toxas li guida lungo un sentiero mistico che li tiene lontani dalle pattuglie del lich che ormai infestano la regione.
Arrivati a casa la situazione è preoccupante: l’esercito del lich circonda la comunità e la regione è ormai ammorbata dai miasmi del Mietitore. Ma la notizia peggiore arriva quando Altikus cerca di rievocare il potere della fiamma, come fatto in passato, per aumentare le difese della comunità: si accorge che la fiamma cerca solo di imitare l’effetto da lui desiderato, senza realmente crearlo. Una reliquia non può fare questo, dunque la fiamma non è quello che si è sempre creduto che fosse. Chi o che cosa è la reliquia allora? Una vegliarda dall’onorevole passato avverte Jamree: “sento del potere, una reliquia comunque è fra noi!”
Gli eroi indagano nella comunità ma non scoprono niente di decisivo e il tempo stringe. E’ il momento di porre fine almeno al pericolo rappresentato dal Mietitore. Si parte dunque verso la palude. con l’animo pieno di dubbi.

Comments

davidseracini davidseracini

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.